Viaggi e sport ai tempi del coronavirus

EMBED
Una super-quarantena retroattiva per i “furbetti” del coronavirus. Chi ha lasciato in fretta e furia Milano e le altre zone rosse del Nord e delle Marche ora è obbligato a comunicarlo alle Asl di Roma e Lazio “autodenunciandosi” al numero verde per l’emergenza istituito dalla Regione, l’800.118.800. Se si pensa di farla franca un’altra volta, è un errore. Perché le forze dell’ordine, l’unità di crisi regionale per il Co- vid-19, i Comuni e le Asl potranno accedere ai nominativi dei viaggiatori che hanno utilizzato aerei, treni, bus e anche le auto passando per i caselli autostradali, per stanare chi non ha detto la verità. Non solo.

L’ordinanza firmata ieri dall’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, responsabile dell’unità di crisi, e dal vice presidente della Regione, Daniele Leodori, facente funzioni per Nicola Zingaretti, il governatore in isolamento domiciliare perché risultato positivo al virus, stabilisce che dovranno dare comunicazione della loro presenza anche tutti coloro che sono passati per le zone rosse/arancioni nelle due settimane precedenti dall’emanazione delle norme, cioè ante ieri.

Alessia Marani

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani