Rifiuti, spunta una nuova discarica

EMBED
Alla fine dell'anno chiuderanno le due discariche in cui vanno anche i rifiuti di Roma (Colleferro e Rocca Secca). In parallelo spuntano nuovi progetti presentati da gruppi privati per realizzare due nuovi impianti. Del primo, presentato dal gruppo abruzzese Maio per Pian dell'Olmo, nel XV Municipio ai confini con Riano, già si sapeva: il progetto prevede una discarica nell'ex cava e la conferenza dei servizi per decidere sulla richiesta è già cominciata. Il secondo invece riguarda Monte Carnevale, nei pressi di Malagrotta, in un'area di cui si era già parlato qualche anno fa quando il prefetto Goffredo Sottile era il commissario proprio per la ricerca di un sito in cui realizzare la discarica (non se ne fece nulla). Il progetto, presentato in Regione da una società che si chiama New Green, prevede una discarica per rifiuti contenenti amianto e per rifiuti inerti.

Secondo Giacomo Giujusa, M5S, ex assessore del XI Municipio, «c'è il rischio però che una volta ottenuta l'autorizzazione l'impianto possa ampliare il tipo di rifiuti smaltiti e diventare una discarica anche per i rifiuti urbani e gli scarti del tmb». Così come per Pian dell'Olmo, a Monte Carnevale c'è già chi organizza manifestazioni: il 27 luglio si svolgerà una assemblea pubblica in via di Ponte Galeria. Resta un fatto: se davvero il nuovo piano dei rifiuti ormai pronto in Regione chiederà l'autosufficienza impiantistica a Roma, da qualche parte una discarica di servizio andrà realizzata e la corsa è già cominciata, con Ama che resta alla finestra a guardare, visto che ad oggi non ha neppure il piano industriale.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani