Rifiuti nelle scuole a Roma, allarme del Garante: «A rischio la salute dei bambini»

EMBED
La lettera è stata spedita ieri alla Regione, al Campidoglio e ai vertici dell'Ama. Il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza del Lazio, Jacopo Marzetti lancia l'allarme per «le criticità igieniche nelle aree circostanti alle scuole». Il passaggio successivo potrebbe essere la richiesta di chiudere gli istituti più esposti ai mucchi d'immondizia che lievitano da giorni accanto ai bidoni. Già dalle righe spedite ieri alle massime autorità territoriali, traspare il messaggio: se la situazione non migliorerà a stretto giro di posta, per tutelare la salute dei bambini i portoni di asili, elementari e medie potrebbero restare serrati. In attesa che la crisi rientri. Scrive il Garante: «Alla luce di quanto emerso in merito alla presenza di rifiuti - di vario genere - nelle aree circosanti gli istituti scolastici proprio all'apertura del nuovo anno scolastico», l'Authority chiede formalmente «l'apertura di un Tavolo urgente tra le autorità competenti».

L'obiettivo è «affrontare in maniera definitiva la succitata emergenza», perché bisogna «salvaguardare il diritto alla salute e alla scuola delle persone di minore età, nel rispetto delle funzioni e delle azioni di tutela proprie del Garante». La postilla, sibillina, in realtà è tutt'altro che indecifrabile: tra le «azioni di tutela» in mano all'Autorità c'è proprio la richiesta di chiudere le scuole. Mossa che Marzetti è pronto a compiere se la situazione non migliorerà nei prossimi giorni.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti