Roma, arrestato regista per violenza su cinque aspiranti attrici: tre erano minorenni

EMBED
I carabinieri della Compagnia San Pietro arrestato Pino Flamini, un 69enne romano, regista e produttore artistico, accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di cinque ragazze, di cui tre minorenni all’epoca dei fatti. L’indagato è stato autore di violenze nei confronti di aspiranti attrici, costringendole a subire violenze tra il 2011 ed il 2018 durante provini per la produzione di un ipotetico film, poi mai realizzato, all’interno degli studi di un'accademia in zona Aurelia. L’indagato ora è agli arresti domiciliari. Grazie alle testimonianze delle vittime e alla visione del materiale sequestrato, è stato possibile ricostruire un quadro in cui il “Maestro” si presentava come un regista affermato e prometteva alle ragazze la prospettiva di una carriera nel mondo dello spettacolo. Così realizzava finti provini in una sala isolata, fingendo di girare la scena di uno stupro e abusando delle ragazze.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi