Race for the cure, Roma si tinge di rosa. La sindaca Raggi apre il Villaggio della salute

EMBED
di Alvaro Moretti - Video Andrea Giannetti/Ag.Toiati

Sei città italiane si tingeranno di rosa all'insegna delle parole d'ordine: prevenzione, solidarietà e salute. Race For the Cure, la più grande manifestazione al mondo per la lotta ai tumori del seno, festeggia così i suoi 20 anni in Italia. Musei gratuiti per i partecipanti e 10mila medaglie in bronzo, sono tra le novità dell'edizione 2019, che prenderà il via il 16 maggio al Quirinale, dove una delegazione dell'associazione Komen Italia, verrà ricevuta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. «Il tumore al seno è la malattia oncologica che si cura con più successo, ma c'è molto da fare per far sì che il numero di coloro che non lo superano si azzeri il prima possibile», spiega Riccardo Masetti, direttore del Centro integrato di Senologia del Policlinico Gemelli IRCCS di Roma e presidente di Komen Italia. «Nel mondo - precisa - oltre 2 milioni di donne ne ricevono una diagnosi ogni anno, di cui circa 50mila solo in Italia. Ma circa 600mila ogni anno perdono questa battaglia, di cui 12mila in Italia». Per promuovere solidarietà e prevenzione è nata Race For the Cure, la maratona in maglia rosa partita a Dallas nel 1982, arrivata in Italia nel 2000 e che oggi vede la partecipazione di milioni di persone in 4 continenti. Lo sport, ricorda Giovanni Malag, presidente del Coni, «è coprotagonista di questa manifestazione, a cui si può partecipare a livello agonistico o solo camminando. Ma l'importante è farlo, per poter dire: io c'ero». Nel corso di questi 20 anni, in Italia, Race for the Cure, ricorda il sindaco di Roma Virginia Raggi, è diventato «un appuntamento sempre più partecipato, tanto che lo scorso anno ci sono stati oltre 70mila iscritti solo a Roma». Anche «grazie a questo esercito di persone, del tumore al seno oggi se ne parla, non ci si vergogna più e, soprattutto, non si è lasciati soli». Imponenti i numeri della Race: in 20 anni sono state fornite 70mila prestazioni sanitarie gratuite e 17 milioni sono stati investiti in 850 progetti per la salute, come la Carovana della Prevenzione, che porta i controlli gratuiti anche in periferia. Da Valeria Golino a Laura Pausini, da Arisa a Valerio Mastandrea, molti i personaggi del mondo dello spettacolo che stanno chiamando a raccolta i propri fan per partecipare insieme alla storica maratona di 5 km, che si snoderà domenica 19 maggio tra le vie della Capitale. Mentre dal 16 al 19 maggio il Circo Massimo ospiterà il Villaggio della Salute, con eventi dedicati allo sport, esami clinici e colloqui con medici. A Bari la manifestazione si terrà dal 17 al 19 maggio, a Bologna e Pescara dal 20 al 22 settembre, a Brescia e Matera dal 27 al 29 settembre. Protagonista dello spot ufficiale 2019, è l'attrice Cristiana Capotondi, madrine dell'evento, anche quest'anno, Mariagrazia Cucinotta e Rosanna Banfi. «La prima volta che partecipai, dieci anni fa - spiega Rosanna - stavo facendo la chemio ed ero senza capelli, mi vergognavo a farmi vedere. Ma mi sono guardata intorno e ho visto migliaia di donne come me». Così, «è scattata una molla, perché le cure sono importanti, ma lo è anche la solidarietà».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti