Panzironi, lo show del guru delle diete a Roma tra selfie e adepti

EMBED
Video di Emanuele Valeri/Ag.Toiati - servizio di Maria Lombardi

«Siamo qui per essere testimoni di una giornata storica, un evento epocale». Qui, al Palaeur, tra ricottine, salumi, cornetti rigorosamente Life, ossia alla Panzironi il predicatore con i capelli vaporosi che in tv vende libri e ricette per vivere 120 anni. E che succede, signora Mariangela, di tanto epocale? «Una svolta, si scardina un sistema. Come quando è nato il M5S». Che cos'è, il vaffa-pizza day? Si parla di dieta di cittadinanza? Eh no, «qui nessuno regala niente, si deve faticare per stare bene». Partendo da una certezza, anzi una fede. «Tutto quello che ci circonda è zucchero. I cinque mali del mondo sono bianchi: latte, riso, zucchero, sale e farina». APPROFONDIMENTI Caspita. La signora è arrivata in pullman da Bari, al rientro si viaggia di notte. Ottomila in tutto, da ogni parte d'Italia, un pellegrinaggio laico in nome di un «no» definitivo ai carboidrati. È il più «grande evento Life120 mai organizzato», arrivano anche i Nas. Al popolo della dieta chiamato a raccolta a Roma non importa nulla che Adriano Panzironi sia stato multato dall'Agcom (264mila euro), denunciato dall'ordine dei medici di Roma e sospeso da quello dei giornalisti del Lazio, infine scomunicato dal ministro della Salute Giulia Grillo. «Che delusione, proprio lei», qui sono in gran parte elettori del M5S in regime alimentare proteico e questa storia della Grillo proprio non la digeriscono, come pasta e pane. «Il ministro si informi, provi e ci ripensi». Dieta, il guru Panzironi promette 120 anni di vita: medici contro l'evento a Roma Lunghe code, alle postazioni, per confermare la registrazione all'evento. Si deve compilare un modulo: peso prima di cominciare Life120, ti capita di fare sgarri?, se potessi parlare con Adriano Panzironi, cosa gli diresti? «Gli darei una laurea ad onorem in medicina», scrive una seguace. A parte che per la laurea ad honorem ci vuole l'h, ma lei è un'infermiera di pronto soccorso, lavora con i medici. E darebbe questo titolo a chi non ha mai studiato patologia medica? «Sì perché ho provato sulla mia pelle i benefici della dieta. L'ho suggerita ad alcuni pazienti, c'è una signora che tutte le mattine su whatsapp mi augura buongiorno per ringraziarmi». Tanti gadget in vendita: il portachiavi Life120 costa 8 euro, la tazza 10, il portapillole 4. Compilata la scheda, che si fa? «Andate dagli angeli». Una vita lunga 120 anni e addirittura il paradiso? «Gli angeli sono i volontari», hanno la maglietta azzurra - una cinquantina in tutto - raccolgono le schede e danno il biglietto per l'incontro con lui, alle 21. Lui, il messia del benessere quello che ha convinto 400mila persone a comprare il suo libro e indica dove sta il bene e dove il male. Lo zucchero è il nuovo peccato, assolte le uova. «Ne mangio due ogni mattina con la pancetta e ho un'energia enorme», Maria Simonetta Locuoco di Gorizia così facendo ha sconfitto «mal di testa, tiroidite, dolori articolari». Martyyan Svitlana, 63 anni, ucraina, in un mese ha perso 20 chili «e sto benissimo, prendo quattro integratori al giorno». I RACCONTI Claudio Catalano, un neofita, «sono qui per curiosità, mi ha mandato la mia farmacista che segue la dieta ed è entusiasta». Tutti convinti che si vive 120 anni mangiando due uova la mattina? «C'è la testimonianza di Emma Morano, è vissuta 117 anni mangiando tre uova al giorno», Lorenza non ha dubbi. Carmelo Vergari, 75 anni, di Brindisi non va «più in farmacia». Rosa Mancuso, 66, di Ciampino assicura di «aver risolto tachicardia, alta pressione e anche depressione». Valentino Venditti di Torino ha partecipato anche alla trasmissione di Panzironi, «la numero 9 del 2018». Eccolo, finalmente, Adriano. «La verità che nessuno vuole raccontare è che la dieta mediterranea tanto osannata sta uccidendo l'umanità», sentenzia. «Io non prometto nulla, dico solo che mangiando in modo sano si evita di ammalarsi e quindi si può vivere di più». Il business degli integratori? «Io li consiglio, chiamando ai nostri call center si acquistano a un decimo di quanto costano in farmacia. L'azienda Life120 fattura 20 milioni l'anno, il 50 per cento dei guadagni li spendiamo in comunicazione. In sala ci sono i carabinieri del Nas, penso siano qui ad ascoltarmi come è già accaduto». Le condanne di medici e ministro? «Un onore essere attaccati quando si è nel giusto». Anche il giornalista Gianluca Nicoletti è lì per dedicargli un servizio. «Mi sto panzironizzando, da stamattina ho già perso tre chili».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani