Roma, la Festa dei Nonni in Piazza di Spagna

EMBED
Un premio al nonno d'Italia Lino Banfi, un premio a nonno Romano, 84 anni, che per mesi ogni giorno ha accompagnato a scuola un bambino macedone non vedente, e un flash mob in piazza di Spagna, dove bambini delle scuole elementari, il testimonial Banfi, la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti hanno formato «Il grande cuore dei Nonni». Così Senior Italia FederAnziani ha festeggiato la Festa dei Nonni, organizzando anche una cerimonia a cui hanno partecipato la sindaca di Roma Virginia Raggi, la ministra Bonetti e il vice ministro per la Salute Pierpaolo Sileri. Durante la cerimonia è stato consegnato il Premio Festa dei Nonni 2019 a Romano Carletti «per la sensibilità mostrata nell'accompagnare ogni giorno con la propria automobile a scuola un bambino macedone non vedente, in quanto la sua famiglia non poteva provvedere e il bambino non poteva accedere allo scuolabus essendo privo dell'assistenza necessaria». Nonno Romano, di Consuma, a 84 anni ha percorso 60 chilometri al giorno per accompagnare il bambino. La sua storia, raccontata dal 'Corriere Fiorentinò, ha portato all'istituzione del servizio di accompagnamento per disabili nel piccolo paese in provincia di Firenze. «Il nostro obiettivo - ha spiegato il presidente di Senior Italia FederAnziani Roberto Messina - è dare maggiore attenzione ai nonni. Ma è soprattutto l'intera famiglia che deve curare ancora di più questa figura anziana: sia per principio affettivo, sia per mantenerla in salute, attiva e con meno deficit cognitivi possibili. Questo ci permetterà di farla stare bene, farla vivere a lungo e anche di usare meno il servizio sanitario». «Certamente gli anziani nel nostro Paese stanno dimostrando - ha detto la ministra Bonetti - di essere veramente preziosi sia nella vita familiare, ma anche come testimonianza di una umanità bella. Ne è la prova il nonno che abbiamo premiato oggi». «Quello che vogliamo cercare di fare - ha sottolineato Raggi - è creare il più possibile un ponte tra i nonni di Roma e i nipoti di Roma, indipendentemente dall'esistenza dei legami familiari. Il nostro progetto è di aprire nei centri anziani delle scuole materne, dove gli anziani che frequentano il centro possano, magari per un'ora, andare a raccontare ai bambini le loro esperienze di vita. Si crea un ponte intergenerazionale che arricchisce entrambi». Il sottosegretario Sileri ha parlato della campagna «Nonno ricordarti di prendere le medicine» del Ciat (Comitato Italiano per l'Aderenza alla Terapia) visto che oltre il 70% degli anziani non assume regolarmente le terapie prescritte dal medico. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti