Carabiniere ucciso a Roma, i genitori di Lee Elder: «Scopriremo la verità»

EMBED
Vuole scoprire la verità la famiglia di Finnegan Lee Elder, uno dei due giovani statunitensi accusati dell'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ucciso a coltellate a Roma. Secondo i genitori del 19enne, che parlano da San Francisco tramite un avvocato, all'opinione pubblica probabilmente è stato dato un resoconto incompleto dell'accaduto. Il comunicato è stato diffuso dopo la visita del papà al ragazzo in carcere nella capitale italiana. Il giovane ha confessato di aver accoltellato il militare durante una rissa, senza sapere che fosse un carabiniere, e temendo che lo volasse strangolare.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani