Venezia, pesca abusiva delle vongole in laguna: 24 arresti

EMBED
Commercializzavano illecitamente, in tutta Italia e all'estero, tonnellate di vongole pescate abusivamente nella laguna di Venezia con sistemi e attrezzi dannosi per l'ecosistema lagunare. Le Fiamme gialle di mare, coordinate dalla procura di Venezia, hanno ricostruito l'intero percorso delle vongole pescate abusivamente in laguna. L'operazione, denominata 'laguna reset' ha portato a 24 arresti in carcere e 16 ai domiciliari. Cinquantacinque le perquisizioni, 16 le imbarcazioni da pesca sequestrate, così come un casone su palafitte antistante il porto di Chioggia, utilizzato come base per lo smistamento delle vongole. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta a oltre 5 milioni di euro. Per gli arrestati è scattata l'accusa di associazione per delinquere, ricettazione, frode in commercio, falso ideologico in atto pubblico, danneggiamento aggravato.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

FaceApp, i figli crescono e le mamme invecchiano

di Raffaella Troili