L'appello di De Luca: «Più belle ragazze, meno droga e superalcolici»

EMBED
Un «appello da padre» lanciato ai giovani campani in diretta Facebook dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: «Non fatevi trascinare nella spirale della droga, non sentitevi schiavi della logica di branco. Vi chiedo di vivere la movida all'insegna del rispetto, della moderazione e dell'allegria vera: più ironia, più belle ragazze, meno pasticche, meno droga, meno superalcolici». De Luca ha affrontato il tema della movida al termine della sua diretta Facebook del venerdì con la quale fa il punto sulla situazione coronavirus in regione.

Non è la prima volta che De Luca stigmatizza il consumo di droga e superalcolici da parte di giovani e giovanissimi. «Ho letto la notizia dei due ragazzini di Terni morti nel sonno per una dose di droga - ha detto De Luca - non è possibile, non si può e non si deve morire così. I giovani hanno il diritto e perfino il dovere di divertirsi, di rilassarsi, di gioire. Ci sono tante occasioni per divertirsi, socializzare, ma all'insegna della serenità, del divertimento vero. Non sentitevi schiavi della logica del branco: se siete in un gruppo in cui su 10 amici 9 hanno la necessità di usare droga e uno no, ha ragione l'uno. Non sentitevi un'eccezione o un'anomalia, la vera anomalia sono quelli che perdono la testa con droga e superalcolici che sono la negazione della vita, della gioia e della socializzazione».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani