Segre, Lamorgese: «Non accettabili parole di odio, serve responsabilità di tutti»

EMBED
(LaPresse) In visita alla Comunità Ebraica di Roma, il ministro Lamorgese torna sul caso Segre. "Non sono accettabili le parole di odio, è il momento della responsabilità da parte di tutti", chiarisce la Titolare del Viminale. "Bisogna fare delle scelte di moderazione, il problema non deve essere sottovalutato", aggiunge Lamorgese.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti