Open, Renzi: «Magistratura ha deciso cosa è politica e cosa no»

EMBED
«E se al Pm affidiamo non già la titolarità dell'azione penale ma dell'azione politica, questa Aula fa un passo indietro per pavidità e paura e lascia alla magistratura la scelta di cosa è politica e cosa non lo è». Così il numero uno di Italia Viva Matteo Renzi intervenendo al Senato nel dibattimento sul finanziamento ai partiti Renzi sul caso Open. «Avere rispetto per la magistratura è riconoscere che i magistrati hanno perso la vita per il loro impegno. A loro va il massimo rispetto. Ci inchiniamo davanti a queste storie. Ma a chi oggi volesse immaginare che questo inchino diventi una debolezza del potere legislativo si abbia la forza di dire: dovete contestarci per le nostre idee, per le cose che abbiamo fatto e che stiamo facendo, per il jobs act... ma chi volesse contestarci o eliminarci per via giudiziaria sappia che dalla nostra parte abbiamo il coraggio di dire che il diritto e la giustizia sono cose diverse da giustizialismo» ha precisato il leader di IV. (LaPresse)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Iscrizione a scuola, la regola aurea per decidere senza discutere

di Pietro Piovani