Mattarella: «La Repubblica è riconoscente a Mario Monti»

Video
EMBED

«Mario Monti ha rappresentato, e rappresenta, una storia esemplare di scienziato dell’economia; di educatore, come poc’anzi ha testimoniato la studentessa, con quelle belle parole; di statista italiano ed europeo; che ha segnato fortemente, in passaggi delicati, la vita del nostro Paese, del continente e della dimensione internazionale, come abbiamo ascoltato dalla Presidente von der Leyen, dal Presidente Trichet, dal Presidente Amato, dal direttore De Bortoli, dal Rettore, dal Professor Tabellini, dal nuovo Presidente, il Professor Sironi, cui rivolgo gli auguri migliori. Un impegno, quindi, quello del Professor Monti, che non verrà meno né presso la Bocconi né presso le istituzioni italiane ed europee. Del resto, il segno europeista del Presidente Monti ha contrassegnato tutta la sua lezione, da varie sedi. Vorrei dire, Direttore De Bortoli, da varie cattedre, che non sono soltanto quelle universitarie. La Repubblica gli è riconoscente. E si ritrova, nella decisione del mio predecessore – il Presidente Napolitano – di nominarlo Senatore a vita». Lo ha dichiarato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso dell’evento per i 120 anni della Bocconi intitolato “La Bocconi, l’Italia e l’Europa. L’Università saluta Mario Monti” che si è svolto nell’Aula Magna dell’Università Bocconi a Milano / Youtube Bocconi agenziavista.it

Assegno unico per tutti e non legato all’Isee, Roccella (Famiglia): «Vogliamo premiare chi ha 4 figli»