Libia, Conte: «Confido in Haftar per evitare un bagno sangue»

EMBED
Libia, Conte: «Confido in Haftar per evitare un bagno sangue». «La Libia è un dossier che seguo personalmente da tempo. Già nella conferenza stampa di Palermo si era evidenziata l'esigenza di prevenire l'escalation di violenza. Adesso si sta manifestando. Confido che il generale Haftar, col quale sono costantemente in contatto, voglia evitare bagni di sangue». Lo ha detto oggi alla Fiera di Verona il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella tappa conclusiva nello stand Puglia, sua terra natia, del tour tra i padiglioni del Vinitaly.

Libia, Haftar bloccato da raid aerei lancia missili su Tripoli: civili uccisi, Sarraj lancia la controffensiva “Vulcano di rabbia”. L'Onu: «Tregua»

Haftar, patto con i clan a appoggio saudita: ecco chi c'è dietro il blitz

«La Libia è un dossier che seguo personalmente da tempo. Già nella conferenza stampa di Palermo si era evidenziata l'esigenza di prevenire l'escalation di violenza. Adesso si sta manifestando. Confido che il generale Haftar, col quale sono costantemente in contatto, voglia evitare bagni di sangue». Lo ha detto oggi alla Fiera di Verona il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella tappa conclusiva nello stand Puglia, sua terra natia, del tour tra i padiglioni del Vinitaly.


Non possiamo permetterci una guerra civile. «In Libia un'evoluzione che ci preoccupa, ma che non ci lascia del tutto sorpresi. Non possiamo permetterci una guerra civile». Così il premier Giuseppe Conte al suo arrivo a Vinitaly, a Verona.

Giovedì riferisce alla Camera. Secondo quanto si apprende il Presidente del Consiglio ha dato la disponibilità a svolgere un'informativa urgente sui recenti accadimenti in Libia nella seduta dì giovedì 11 aprile, alle 15. Lo si apprende da fonti parlamentari. (LaPresse)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili