Dai marchi storici alla Cina, la conferenza di Salvini in 180 secondi

EMBED
(Agenzia Vista) Roma, 14 marzo 2019 Dai marchi storici alla Cina, la conferenza di Salvini in 180 secondi La Lega presentare una proposta di legge a tutela dei marchi storici del Made in Italy. La conferenza stampa a Montecitorio con il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, il capogruppo alla Camera dei deputati, Riccardo Molinari e la deputata Barbara Saltamartini. Così il ministro Salvini sulla proposta della Lega: "Negli anni passati c'è stato un enorme shopping sotto costo di marchi italiani senza che il governo di sinistra facesse niente. Le leggi europee avvantaggiano i grandi e danneggiano i piccoli, ci sono decine di marchi storici che con questa legge ci sarebbero ancora con gli operai al lavoro". Il vicepresidente del Consiglio ha parlato anche di Cina e via della seta: "Sono a favore dei nuovi canali di fatturazione delle nostre imprese. Nuovi mercati sono fondamentali, ma un altro paio di maniche è permettere la penetrazione nel nostro Paese di potenze straniere che tramite quella penetrazione possano condizionare la politica e l'economia italiana". A chi gli chiede dello sblocca cantieri il ministro risponde: "Sono convinto che l'Italia abbia bisogno di infrastrutture. Prima si approva lo 'Sblocca cantieri' e il nuovo Codice degli appalti meglio è per le imprese italiane". Sugli F35 nessun passo indietro per il ministro dell'Interno: "Se non lo facciamo noi, lo faranno i tedeschi o i francesi e non vedo perche' fare regali ai nostri primi competitor". Sull'ipotesi di un commissario alle infrastrutture si è espresso così: "Avere una sola persona che si prenda la responsabilità di decidere sicuramente è meglio che averne dieci" Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chi tira tardi per spiare i cellulari

dei figli, con l’incognita password