Conte: «Oggi in Cdm dichiareremo lo stato di emergenza. Il Comitato convocato il 26 novembre»

EMBED
«Nel Consiglio dei ministri di oggi adotteremo il decreto che dichiara lo stato di emergenza. Ci è stato chiesto dal presidente della Regione. Questo ci consentirà di varare le prime dotazioni finanziarie per quanto riguarda le spese di primo soccorso e volte a ripristinare la funzionalità dei servizi. Per quanto riguarda invece il ristoro dei danni ci9 sono due fasi. La prima ci consentirà di indennizzare privati ed esercenti commerciali, sino a un limite rispettivamente di 5mila e 20mila euro. Questi soldi potranno arrivare subito. Chi ha danni più consistenti li quantificheremo con più calma e potranno essere liquidati».

Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Venezia al termine della riunione in prefettura in seguito ai danni causati dal maltempo e dall'alta marea. «Al momento la data individuata è il 26 novembre per il Comitatone. Questo organo servirà per una governance di tutti i problemi infrastrutturali di Venezia. Sarà affrontato anche il problema delle grandi navi, del Mose, di un maggiore coordinamento tra le autorità competenti. Sta arrivando il commissario straordinario del Mose, dobbiamo integrare la nomina del consorzio Venezia Nuova e c'è il provveditorato competente sulle acque dove stiamo facendo una valutazione» ha precisato Conte.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri