Notre-Dame, il caso delle 16 statue rimosse poco prima del rogo. «Vegliavano su Parigi»

EMBED
L'ironia della sorte, molto spesso, sa essere terribilmente crudele. Nell'incendio che sta distruggendo la cattedrale di Notre-Dame a Parigi c'è una notizia che lascia sconvolti. A ridosso della guglia crollata, infatti, erano posizionate 16 statue di rame, rimosse proprio per consentire i lavori di restauro da cui sarebbe scaturito il terribile incendio.

Notre Dame, il salvataggio questione di minuti: «Tutto si è giocato in un quarto d'ora»

Fanno una grigliata e distruggono il bosco: 13 milioni di multa a due ventenni

Tutto il popolo parigino, in primis, è sconvolto e addolorato per quanto accaduto. Se da un lato le statue, raffiguranti Gesù, i 12 apostoli e i simboli degli evangelisti, sono state risparmiate, dall'altro sono venute a mancare le sculture che, da sempre, vegliavano e proteggevano la cattedrale e tutta la città di Parigi. Le statue erano state rimosse poco tempo fa, per consentire i lavori di ristrutturazione all'interno della cattedrale.

Secondo il programma dei lavori, precedenti al tragico incendio di oggi a Notre-Dame, le sculture in rame sarebbero dovute tornare al loro posto nel 2021. «La corona di spine di Cristo e la tunica di San Luigi sono state salvate dalle fiamme». Così il rettore della cattedrale di Notre Dame di Parigi a Le Monde.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Davide si è inventato un lavoro: proteggere i gatti sui balconi di Roma

di Pietro Piovani