Ucraina, a Donetsk suonano le sirene: ma per le strade la vita prosegue (quasi) normalmente

Video
EMBED

Nell'autoproclamata Repubblica di Donetsk sono suonate le sirene dopo l'annuncio dell'evacuazione di massa della popolazione. Tuttavia, da alcuni video che circolano sui social, parte dei cittadini non sembra allarmata dalla situazione.  

Denis Pushilin, capo dell'autoproclamata Repubblica, ha reso noto attraverso un messaggio video che per paura di un'invasione da parte ucraina è stata organizzata l'evacuazione verso la Russia. «La vita dei nostri cittadini potrebbe essere in pericolo. Quindi, a partire da oggi, 18 febbraio, è stata organizzata un'evacuazione di massa centralizzata della popolazione verso la Federazione russa. Primi tra gli altri, donne, bambini ed anziani verranno evacuati», ha dichiarato in un messaggio video. La popolazione verrà accolta in strutture nella regione di Rostov «come concordato con le autorità russe». «Gli sfollati riceveranno tutto ciò di cui hanno bisogno. Ai posti di blocco ci sono tutte le condizioni per un rapido passaggio», ha concluso.