Terremoto in Messico di magnitudo 7.7: i palazzi ondeggiano. Il bilancio è di 6 morti

EMBED
È di almeno sei morti e decine di edifici danneggiati il nuovo bilancio del terremoto di magnitudo 7.5 che ieri ha colpito il sud del Messico. Il bilancio, confermato dal governatore di Oaxaca, Alejandro Murat, parla anche di quattro feriti. Tra le vittime ci sarebbero due persone colpite da una frana mentre erano in auto a Huatulco: una è morta, mentre l'altra è rimasta ferita, ha detto Murat a Foro Tv. Il governatore ha parlato anche di notizie secondo cui ci sarebbero una quindicina di persone intrappolate sotto a un edificio crollato a Santa Maria Zaniza. Intanto è stata revocata l'allerta tsunami che era stata inizialmente diffusa dopo la forte scossa. A Oaxaca sono vari i palazzi danneggiati: circa 500 case, quattro ospedali e 15 centri sanitari, quattro scuole e 51 monumenti. Intanto è stata ripristinata quasi dappertutto la fornitura di elettricità dopo il terremoto che si è verificato al largo della costa di Oaxaca con epicentro a 23 km a sud di Crucecita a una profondità di 5 km. Il Servizio sismologico nazionale ha segnalato 147 scosse di assestamento in un'ora, la più forte di magnitudo 4.6. Il terremoto è stato avvertito fino a Città del Messico, a circa 750 km da Crucecita. Nessun danno per le infrastrutture strategiche, ha assicurato il presidente Andres Manuel Lopez Obrador.

Twitter Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

ALTRI VIDEO DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani