Libri, scade il copyright: ecco cosa cambia per le grandi opere del 900

EMBED
Anno nuovo, vita nuova. Anche per un nutrito gruppo di opere d'arte, letteratura in primis. A partire dal 1 gennaio 2019, infatti, molti giganti della creatività del novecento diventeranno proprietà di tutti: le opere di celebri autori, da Thomas Mann a Marcel Proust, passando per Agatha Christie e D.H. Lawrence, perderanno le protezioni legali, 95 anni, che finora le avevano ancora legate a case editrici e royalties da diritti di autore. Da Capodanno sarà possibile la riproduzione, la stampa e anche la modifica di un testo e si potrà anche creare nuove opere basate su questi classici.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare e lavorare, vita da nomade digitale

di Mauro Evangelisti