Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

New York celebra l'11 settembre ma al World Trade Center solo le famiglie delle vittime

EMBED
New York si ferma per l'11 settembre. Le celebrazioni in ricordo delle vittime dell'attacco terroristico quest'anno saranno sottotono a causa della pandemia che ha costretto la città che non dorme mai a spegnere le luci e a interrogarsi su un futuro che appare quantomai incerto. Con i divieti di assembramento in vigore e il timore di un nuovo balzo dei casi di coronavirus, le commemorazioni al World Trade Center vedranno come protagoniste solo le famiglie delle vittime: nessun palco è stato allestito, ma ci saranno decine di distributori di disinfettanti per le mani. La lettura dei nomi delle 2.700 vittime è stata registrata e sarà trasmessa in streaming. Il Museo dell'11 settembre comunque riapre per l'occasione dopo sei mesi di stop, con l'accesso garantito solo per i componenti delle famiglie delle vittime. A non cambiare saranno solo il suono delle campane per ognuno degli attacchi e i fasci di luce al posto delle Torri Gemelle.