Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ballerina ucraina fuggita da Kiev ora insegna a Milano: «Per scappare ho detto a mio figlio che era un gioco»

EMBED

(LaPresse) Eugenia Korshunova appena entrata nella sala del teatro Carcano a Milano viene accolta dal fragoroso applauso delle allieve del corsi avanzati di danza classica e lei, la prima ballerina del Teatro dell'Opera di Kiev, si scioglie in un sorriso. Quando i russi hanno iniziato a bombardare Kiev Korshunova è scappata in macchina con sua madre e suo figlio di 4 anni. Suo marito -anche lui ballerino professionista - è rimasto a combattere. «La mattina del 24 febbraio stavo dormendo quando ho sentito le bombe, pensavo fosse un sogno», spiega Korshunova. «Poi è entrata in camera mia madre è mia ha detto che c’erano state delle esplosioni così abbiamo capito che era incominciata la guerra. Mio figlio è molto sveglio e ha capito quello che sta succedendo, io però per tranquillizzarlo gli ho detto che era solo un gioco, che erano arrivate delle persone cattive, che noi dovevano andare via ma che papà le avrebbe cacciate». Korshunova ballerà il 7 aprile al Teatro degli Arcimboldi di Milano per un gala internazionale di danza in sostegno del popolo ucraino.

Ucraina, la diretta. Mosca offre il cessate il fuoco a Mariupol per evacuare civili. Kiev: Russia ha usato proiettili al fosforo a Donetsk