Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gas, Scholz: «La turbina è pronta, la Russia deve solo chiederla»

Video

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha ispezionato oggi in un deposito di Mülheim an der Ruhr la turbina, riparata in Canada, la cui assenza -sostiene Mosca - starebbe provocando la riduzione dei flussi di gas in Germania attraverso il gasdotto Nord Stream 1. «La turbina è lì può essere consegnata», ha detto il cancelliere dopo che la società Siemens Energy ieri ha confermato che è pronta per il trasporto in Russia.

«Tutte le ragioni tecniche presentate non sono comprensibili sulla base dei fatti», ha aggiunto Scholz, riferendosi al fatto che per Berlino in realtà Mosca ha ridotto le forniture di gas per punire la Germania per il sostegno dato all'Ucraina. «Consegnando la turbina noi andiamo a scoprire il bluff di Putin», ha detto ancora Scholz in un'intervista al giornale candadese The Globe and Mail. «Non potrà usare più questo pretesto citando ragioni tecniche per negare le consegne di gas», ha aggiunto Scholz che poi ha difeso il premier canadese Justin Trudeau criticato per aver permesso che la turbina partisse dal Canada per tornare in Russia anche a rischio di violare le sanzioni contro Mosca per la guerra. «Io considero le critiche a Trudeau e al suo governo assolutamente senza fondamento - ha affermato il cancelliere tedesco - la decisione di consegnare la turbina non è in favore di Gazprom, ma un forte segnale di sostegno alla Germania e all'Europa».