Coronavirus, corteo a favore del presidente del Brasile

EMBED
Triste record per il Brasile che registra 217 morti con coronavirus in un giorno. Nel Paese, il più colpito tra quelli latino americani, il bilancio sale a 2.141 morti. Nonostante questo le persone sono scese in strada per sostenere il presidente Bolsonaro, contrario alle misure restrittive contro il Covid-19. Il presidente brasiliano ha inoltre proposto di riaprire le frontiere con il Paraguay e con l'Uruguay, temporaneamente chiuse a causa della pandemia da coronavirus. «Perché il confine con il Paraguay è chiuso? E' un confine "secco" che non possiamo controllare, lo stesso vale per l'Uruguay», ha detto il capo dello Stato durante la cerimonia di insediamento a Brasilia del nuovo ministro della Sanità, Nelson Teich. «Ho parlato della questione con il ministro della Giustizia, Sergio Moro, la mia opinione è di iniziare ad aprire i confini», ha aggiunto Bolsonaro. I quasi 17.000 chilometri di frontiere terrestri del Brasile sono stati bloccati all'inizio della crisi sanitaria per contenere la diffusione del Covid-19

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani