Brexit, le nuove regole per i visti: dal 2021 inglese obbligatorio e stop a lavori non qualificati

EMBED
(Agenzia Vista) Roma, 20 febbraio 2020 Brexit, inglese obbligatorio e stop lavori non qualificati per immigrati UE - INFOGRAFICA Il 31 gennaio 2020 è stato l’ultimo giorno di permanenza nell’Unione Europea per l’Inghilterra. Questo sarà un anno di transizione, al termine del quale i cittadini Ue saranno paragonati a quelli extra-europei. Fino al 31 dicembre 2020, per chi vive già in UK, sarà possibile fare domanda all’EU Settlement Status Scheme per poter risiedere in modo permanente. Dal primo gennaio 2021 entrerà in vigore un sistema a punti simile a quello australiano: chi vuole entrare per la prima volta in UK deve guadagnare almeno 70 punti; i punti verranno attribuiti soltanto a chi ha un'offerta di lavoro da almeno 25mila sterline l’anno e una buona conoscenza dell’inglese. Non potranno accedere i lavoratori non qualificati, liberi professionisti e free-lance. Anche gli studenti dovranno ottenere un’offerta da parte di un’istituzione britannica, sapere l’inglese e potersi mantenere da soli. È prevista una corsia preferenziale per dottori e infermieri, al fine di garantire il funzionamento della Sanità pubblica, e per matematici, scienziati, professori. Secondo il ministero degli Interni, questo meccanismo avrebbe lasciato fuori il 70% dei cittadini Ue arrivati dal 2004 Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua