Colossus, il robot-pompiere da 500 chili che ha salvato la cattedrale di Notre Dame

EMBED
Se l'incendio che ha devastato Notre Dame è stato domato, il merito è anche di Colossus. Oltre ai circa 500 vigili del fuoco, elogiati dal presidente Emmanuel Macron «per il loro 'coraggio e la loro professionalità», a Parigi è stato impiegato anche uno speciale robot, una macchina in grado di offrire un supporto tecnico alle operazioni di intervento ad altissimo rischio.

La 'creatura' della Shark Robotics, battezzata col nome 'Colossus', è in grado di muoversi su ogni tipo di superficie ed è dotata, tra i vari strumenti, di una lancia antincendio per spegnere le fiamme. Il robot di 500 kg, lungo 160 cm e alto poco meno di 80, è in dotazione ai vigili del fuoco di Parigi e di altre aree del paese. La macchina, realizzata in alluminio e acciaio dall'azienda transalpina, può essere impiegata anche in presenza di temperature altissime. Tra le caratteristiche, spicca la presenza di una telecamera termica in grado di riprendere immagini a 360° e di utilizzare uno zoom X25 con visione notturna: tutti elementi che sono risultati fondamentali nell'inferno di Notre Dame.
 
Il robot, inoltre, è in grado di trasportare carichi fino ad una tonnellata e in situazioni d'emergenza viene utilizzata anche per condurre in salvo i feriti. Colossus, il cui assetto può essere modificato in appena 30 secondi, ha un'autonomia di 10-12 ore. Per imparare a manovrare la macchina, secondo l'azienda, è sufficiente un addestramento condensato in appena mezza giornata.
 


LE VOCI DEL MESSAGGERO

In ospedale c'è posto per Fido

di Marco Pasqua