Calcio, educazione e cultura: il progetto che unisce due mondi

EMBED
In occasione della conferenza stampa di giovedì 10 ottobre vengono presentate ufficialmente le attività relative al progetto “calcio-educazione-cultura”, nell’ambito dell’iniziativa “Scuola di Formazione Post Carriera S.S.Lazio Settore Giovanile e Squadra Femminile”, creata dalla S.S. Lazio in collaborazione con l’Università Telematica Internazionale Uninettuno.

Un sogno che diventa realtà e che punta a conciliare i due mondi: sport e formazione. L’obiettivo è quello di garantire ai giovani atleti un futuro post carriera, nella convinzione che questo futuro si costruisce partendo dall’oggi, arricchendo le conoscenze dei giovani, trasferendo loro saperi, professionalità e competenze. Grazie al modello psico-pedagogico di insegnamento e apprendimento a distanza di Uninettuno, infatti, l’Università approda allo sport, consentendo alle giovani promesse del calcio di studiare senza limiti di spazio, di tempo e di luogo.

Dall’Italia al mondo, l’Ateneo punta a costruire un network di Società Calcistiche in tutta Europa, in particolare serie A e Premier League, capace di condividere best practice. Allenare il corpo e, allo stesso tempo, nutrire la mente: un’opportunità per mettere a frutto competenze e talenti, non solo dentro, ma anche fuori dal campo di calcio. A partire dal 15 ottobre, infatti, inizieranno le attività didattiche del programma creato dalla SS Lazio, in collaborazione con l’Università Uninettuno.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani