Turiste uccise in Marocco, la scientifica sul luogo del ritrovamento dei corpi

EMBED
(LaPresse) - Potrebbe essere stato un atto di terrorismo l'omicidio di due turiste scandinave, una danese e una norvegese, nei pressi della città di Imil, fra le montagne dell'Atlante in Marocco. A precisarlo uuna fonte della sicurezza di Rabat, secondo la quale le indagini hanno rivelato che quattro uomini sospettati per il duplice omicidio sono legati ad un gruppo terroristico.

ALTRI VIDEO DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili