Calcinacci cadono nella scuola Andrea Doria, protesta dei genitori a Napoli

EMBED
In seguito alla caduta di calcinacci, causata dalla pioggia intensa di ieri, molti genitori degli alunni della scuola Andrea Doria di Fuorigrotta a Napoli, hanno preferito non portare a scuola i propri figli, in attesa di avere certezze sul reale stato di agibilità dell'istituto. Una delegazione di genitori, insieme con il rappresentante di circolo, Romolo Piscitelli, secondo quanto riferiscono i diretti interessati «si è vista rifiutare la possibilità di protocollare una richiesta per chiedere una verifica di agibilità della scuola, da parte della direzione scolastica».

Pomezia, disagi al liceo scientifico “Copernico”: piove dal soffitto nelle aule

Di fronte al diniego, sono stati allertate le forze dell'ordine. Due pattuglie del vicino commissariato di polizia San Paolo sono accorse sul posto. I genitori, secondo quanto si apprende, non sono intenzionati a indietreggiare di un passo né hanno intenzione di mandare i figli a scuola finché non avranno garanzie sulle condizioni di sicurezza dell'istituto. «Non vogliamo che ci scappi il morto - dicono i genitori - siamo molto preoccupati, per questo protestiamo». L'Andrea Doria, fanno sapere, «versa in condizioni precarie da tempo: palestra inagibile da anni, cortile interdetto, settore C destinato alle classi dell'infanzia al collasso per deficienze dell'impianto fognario».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani