Kimberly, la Procura raddicura: «È in Italia e sta bene»

EMBED
(LaPresse) E' in Italia e sta bene Kimberly Bonvissuto, la 20enne scomparsa da Busto Arsizio, in provincia di Varese, lunedì scorso. Per gli inquirenti si tratta di un allontanamento volontario. Il pubblico ministero della procura, che coordina le ricerche, ha aperto un fascicolo sulla scomparsa per fatti non costituenti reato: non ci sono quindi né capi di imputazione né indagati. "La famiglia è stata informata degli ultimi sviluppi delle indagini", assicurano gli investigatori.