Ruba nella mensa dell'Università:
impiegato incastrato dalle telecamere

EMBED
Un impiegato dell'Adisurc (Azienda per il diritto allo studio universitario della Regione Campania) in servizio nell'Università di Salerno è stato sospeso dall'esercizio in quanto ritenuto responsabile di furto aggravato. L'uomo, secondo l'accusa, ha preso denaro contante dalle 'monetichè situate nella mensa universitaria di Fisciano.

Secondo le indagini condotte dal Nucleo Operativo dei carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino, ha causato un ammanco di circa 22mila euro dagli apparecchi elettronici utilizzati dagli studenti per ricaricare i badge che consentono di usufruire dei servizi mensa. Gli investigatori, attraverso alcune telecamere nascoste, hanno fatto emergere che l'impiegato Adisurc portava via sistematicamente denaro contante.

Dalla visione delle immagini, infatti, si evince che l'uomo, di mattina e lontano da occhi indiscreti, dopo aver aperto le monetiche utilizzando le chiavi custodite negli uffici dell'azienda, asportava il denaro contenuto. Per perfezionare l'azione, inoltre, digitava un codice che azzerava il sistema informatico di contabilizzazione e rilasciava una ricevuta che poi veniva nascosta dall'impiegato. Elementi che hanno indotto il gip del Tribunale di Nocera Inferiore a disporre l'interdittiva della sospensione dall'esercizio del pubblico servizio per un anno


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Piumino, t-shirt e calzini bassi, ma i ragazzi non hanno freddo?

di Raffaella Troili