Palermo, Roy Paci suona il minuto di silenzio dal balcone della Questura

EMBED
Un messaggio di vicinanza e solidarietà agli uomini e alle donne della Polizia di Stato. A rendere omaggio agli agenti ma anche alle vittime del Covid-19 è stato il compositore e trombettista Roy Paci, che stamani alle 12 davanti al Palazzo della Questura, a Palermo, ha dedicato il Silenzio d'ordinanza alla memoria di tutte le vite stroncate dal killer silenzioso. Sulle note della tromba del musicista, uno schieramento di equipaggi delle Volanti, in posizione di Attenti e con saluto alla visiera, ha reso onore alle vittime, incoraggiamento ai cittadini e sostegno al personale sanitario che lotta per sconfiggere il virus. Dopo il ricordo di quanti hanno perso la vita a causa dell'epidemia, un messaggio di speranza, attraverso le note di Roy Paci, con l'auspicio che, «grazie anche ai sacrifici e alla collaborazione di tutti i cittadini, delle forze dell'ordine e del personale sanitario impegnato in prima linea per la cura dei malati, ciascuno possa tornare a riabbracciare i propri cari e riappropriarsi delle proprie abitudini». A risuonare davanti la Questura le note del celebre brano di Ludovico Einaudi 'La vita è bellà, suonato sempre da Roy Paci.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani