Omicidio Ragusa, Cassazione conferma condanna al marito

EMBED
La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso della difesa e ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione per Antonio Logli, ritenuto colpevole di omicidio volontario della moglie Roberta Ragusa, sparita dalla sua casa di Gello, nel comune pisano di San Giuliano Terme, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012. All'epoca la donna aveva 44 anni. La Suprema Corte ha ritenuto Logli responsabile anche della distruzione del cadavere della consorte. Per l'uomo ora si aprono le porte del carcere. "Non è giusto, non ho fatto niente, non capisco perché", la reazione di Logli una volta saputo l'esito della sentenza.

ALTRI VIDEO DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri