Bufera sulla laguna di Venezia, alberi abbattuti come birilli

Il maltempo atteso sulle regioni del Nord ha già fatto il suo ingresso in Veneto, con temporali violenti, fulmini e forte vento che da qualche ora spazzano la regione. Un primo acquazzone ha colpito Verona, poi mano a mano il fronte temporalesco si è spostato verso est, colpendo Padova, con raffiche fortissime, poi Venezia e il suo entroterra. Su queste e altre località lo stesso copione: cielo che si è fatto improvvisamente plumbeo, vento che ha fatto volare cartelloni stradali e piegato alberi, e pioggia battente, con ripercussioni anche sul traffico automobilistico. Bufera improvvisa anche in Friuli, con raffiche potentissime soprattutto sulla pedemontana.

A Lendinara, in Polesine, l'insegna del supermercato Famila è stata piegata dal forte vento ed è pericolante. Numerosi gli alberi caduti in Polesine, uno anche ad Aviano. A Mestre, alberi sono stati abbattuti come birilli in Viale San Marco, ostruendo la carreggiata e rendendo necessario l'intervento in forze dei vigili del fuoco.