Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Eitan portato in Israele, la zia: «È italiano, resti qua con noi»

EMBED

«Eitan è un cittadino Italiano, non solo Israeliano». Lo ricorda la zia del piccolo di 6 anni, unico sopravvissuto alla strage del Mottarone, quasi in lacrime dopo la notizia che il nonno lo ha 'rapito' per portarlo in Israele ieri sera. La procura di Pavia ha aperto un fascicolo per sequestro di persona: «Ieri è avvenuto un evento gravissimo, un’altra tragedia per Eitan - ha detto la zia Aya, sua tutrice legale - Non è mai tornato a casa dopo essere uscito con il nonno». La donna ha detto che l'uomo ha precedenti per maltrattamenti nei confronti dell'ex moglie, Esther Cohen e che non ha rispettato i patti sul passaporto di Eitan: «Doveva riconsegnarlo entro il 30 agosto, non è chiaro perché lo avesse lui».