Morandi, operaio degli anni 60: «Ecco come facemmo le fondamenta, ci furono due morti»

(Agenzia Vista) Liguria, 18 settembre 2018 La storia di Giuseppe Marino, operaio che nei primi anni '60 ha contribuito a realizzare le fondamenta del ponte Morandi crollato a Genova il 14 agosto provocando 43 vittime. Marino era addetto all'escavatore e ricorda anche le due tragedie che hanno colpito la costruzione del viadotto in cui due operai persero la vita in momenti diversi. "Quelle fondamenta sono solidissime", racconta. / Courtesy Telenord.it Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it