Coronavirus, truffe agli anziani con i tamponi a domicilio. Croce Rossa: «Non aprite»

EMBED
Come sempre quando si verifica un’emergenza, insieme all’assalto ai supermercati, si verificano anche spiacevoli episodi di sciacallaggio e truffa: a pochi giorni dall’arrivo del coronavirus anche in Italia, tra Piacenza, Lecco, Torino e Milano sono arrivate diverse segnalazioni da parte di privati cittadini in merito a truffe sui tamponi a domicilio. Come funziona? Le dinamiche sono piuttosto semplici e fanno leva sulla psicosi legata alla velocissima diffusione di Covid-19 colpendo in primis gli anziani. Dal comune milanese di Zibido San Giacomo è giunto sull’account ufficiale Facebook il monito a respingere qualsiasi approccio: “Il comando dei carabinieri ci informa che alcuni truffatori si fingono paramedici che effettuano gratuitamente un test per il coronavirus, con l’obiettivo accedere alle abitazioni private e derubare le persone”.

Leggi anche: >> CORONAVIRUS, SBAGLI SE TI LAVI LE MANI IN QUESTO MODO: IL PROTOCOLLO DELL’OMS PER EVITARE CONTAGI

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi