Coronavirus, a Napoli il 'panaro' solidale "Chi può metta, chi non può prenda"

EMBED
Pina e Angelo, artisti, sposati, hanno dato vita al "Panaro" sospeso, un'iniziativa nata per caso in uno dei vicolo della solidarietà di Napoli. «L'idea è nata da un nostro amico senzatetto che si chiama Angelo. Un giorno gli abbiamo offerto un pasto caldo e si sono aggiunte altre persone bisognose. Così abbiamo capito la necessità di queste persone e ogni giorno prepariamo, per chiunque si presenti, dei pasti caldi, gli stessi che cuciano per noi», afferma Pina. «Noi facciamo solidarietà tutti i giorni - dice invece Angelo - perché questo è lo spirito della zona. Qui si può sempre trovare un piatto caldo, in fasi d'emergenza e di normalità». L'iniziativa ha riscosso molto successo.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani