Piacenza, Salvini: «Chi sbaglia paga ma nessuno infanghi chi indossa divisa»

video
EMBED
(LaPresse) "Chi sbaglia, paga: vale per tutti e ovviamente anche per chi indossa una divisa. Ma l'eventuale errore di pochi non sia la scusa per infangare donne e uomini in divisa che rappresentano una delle parti migliori del Paese. Troppo spesso abbiamo visto indagati con l'accusa di essere torturatori, poi assolti senza nemmeno una scusa". Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, durante il suo intervento in Senato dopo l'inchiesta di Piacenza che ha coinvolto militari dell'Arma dei carabinieri.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani