Fine vita, assolti anche in appello Cappato e Welby

EMBED

Il giudice della Corte d'Assise d'Appello di Genova ha confermato l'assoluzione per Mina Welby e Marco Cappato, accusati di aiuto al suicidio a Davide Trentini deceduto in una clinica in Svizzera nel 2017. Il 53enne era affetto da sclerosi multipla. I due si autodenunciarono per l'assistenza e l'aiuto offerti a Trentini che aveva spontaneamente deciso di porre fine alle sue sofferenze Soddisfatto Cappato: "Con questa decisione si stabilisce un precedente importante cioè che non sia necessario essere attaccati ad una macchina per essere aiutati a morire se si è anche dipendenti da un trattamento di sostegno vitale".

Movida, Gianluca Vacchi in consolle a Roma e il pubblico balla (senza mascherine)