Caporalato, uccise bracciante: estradato ex latitante albanese

video
EMBED
E' rientrato stamattina in Italia, scortato da personale dello Scip - Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale, guidata dal Prefetto Vittorio Rizzi, il 47enne albanese Vrapi Luan, destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Foggia il 24 novembre 1999 per omicidio volontario e lesioni personali aggravate. L'ex latitante, rintracciato grazie alla frequente e consolidata collaborazione tra la polizia albanese e l'Ufficio dell'Esperto per la Sicurezza italiano operativo a Tirana, e grazie al lavoro della Divisione Interpol dello scip, è un personaggio noto alle cronache italiane, poiché è accusato, in concorso con altri, dell'omicidio del giovane bracciante di 22 anni, Hyso Telharaj, avvenuto nel settembre 1999 nelle campagne di Foggia.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani