Bomba Day a Venezia, tremila evacuati per disinnesco ordigno della Seconda Guerra Mondiale

EMBED
Si sono concluse le operazioni di despolettamento dell'ordigno bellico di Porto Marghera. Lo hanno comunicato gli artificieri dell'8/o reggimento Folgore al centro operativo del Comune di Venezia. Ora la bomba verrà imbracata per essere caricata su un'imbarcazione che la porterà in mare aperto per il brillamento. Continua per ora l'isolamento di Venezia e persiste la «zona rossa» nella fascia di 1.800 metri dal punto di ritrovamento dell'ordigno.

La bomba, privata degli inneschi, verrà ora portata via acqua in mare aperto, al largo del Lido di Venezia. I militari della Marina militare hanno preso in carico l'ordigno che verrà trasportato tramite rimorchio attraverso il canale dei Petroli. Le operazioni di trasporto - informa il Comune di Venezia - dureranno 4-5 ore.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua