Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bambino scomparso a Belluno, il salvataggio con l'elicottero

Video
EMBED

Non si sa dove abbia passato la notte all'addiaccio ma ora sta bene, Francesco, il bimbo di 9 anni di Mestre, che si era allontanato all'improvviso sparendo alla vista del papà, con cui stava camminando sopra Malga Grant a Col Indes. Il ritrovamento è avvenuto perchè il piccolo ha incrociato un escursionista in località Filon del Vivaio, che lo ha fermato facendo nel contempo dei segnali all'elicottero dei Vigili del fuoco che stavano sorvolando la zona. Caricato a bordo, Francesco e stato portato al campo base, dove lo attendevano i genitori. Lo hanno accolto con un lungo abbraccio commosso. Gli hanno dato da mangiare e da bere e poi sono rientrati per accompagnarlo al pronto soccorso per un controllo. Alla sua ricerca hanno preso parte alle ricerche oltre 100 persone, tra Soccorso alpino e speleologico Vigili del fuoco, Soccorso alpino della Guardia di finanza, con unità cinofile e droni.

Francesco, visibilmente spaventato per la notte trascorsa in mezzo al bosco, è stato avvicinato con molta cautela dai tre soccorritori del'elicottero Drago 149 dei Vigili del fuoco di Venezia. «Andiamo a fare un giro in elicottero?» gli ha chiesto uno dei tre. Il bambino ha accettato subito, vincendo le paure. È stato imbragato e inseme ad un vigile del fuoco che lo ha abbracciato con il verricello è stato portato in volo sino al campo base, dove lo aspettavano i genitori.