Andrea Camilleri a Che tempo che fa: «Non mi preoccupa solo l'Italia, ma il mondo»

EMBED
In collegamento con Che Tempo che Fa dove era ospite Francesco Scianna, protagonista de “La Stagione della Caccia” nuovo film tv tratto da un omonimo suo libro - in onda in prima serata su Rai1 lunedì 25 febbraio - Andrea Camilleri fa un lungo intervento spaziando tra le sue opere e perle di saggezza che sempre lascia al suo passare, ma lascia alla fine del suo intervento le considerazioni generali. Alla domanda su quale sia la sua preoccupazione risponde: “Non solo l’Italia, ma il mondo perché sta andando indietro, ancora qualche anno e si torna all’età della pietra” ma permane in lui la fiducia nell’essere umano: “io ho una fiducia sconfinata nell’uomo e nella donna chiaramente. L’umanità riuscirà ad uscire bene da qualsiasi situazione: questa fiducia, mi dà fiducia”. L’ultima considerazione è sul sapere che non deve essere proprietà esclusiva di una nicchia “il sapere, chi lo ha, lo deve seminare sulla terra come se fosse grano. Il sapere non deve essere di élite, ma pane quotidiano.

Katharina Böhm oggi, ecco che fine ha fatto la prima storica ‘Livia’ di Montalbano

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri