Cavallo imbizzarrito travolge l'auto della ministra Lamorgese a Firenze

Video
EMBED

Singolare incidente ieri pomeriggio in piazza Signoria a Firenze, per fortuna senza conseguenze se non danni ad alcuni veicoli tra cui quello del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, oggi in visita nel capoluogo toscano. Il cavallo che trainava una carrozza da 'fiaccheraio', di quelle che portano in giro i turisti, si è imbizzarrito e è partito infilandosi tra due auto, quella del ministro e l'altra della scorta, ferme sotto la Loggia dei Lanzi. Per l'animale nessun danno, per i veicoli sì. Nessuna persona è rimasta coinvolta: il ministro al momento dell'incidente era all'interno di Palazzo Vecchio dove ha aperto i lavori del consiglio comunale. L'animale, a quel punto 'liberò dalla carrozza incastratasi tra le due auto, è poi entrato anche dentro la Loggia dei Lanzi dove è stato bloccato: non ha causato danni alle statue, come specificato dagli Uffizi. Il ministro Lamorgese è comunque poi ripartita da Firenze.

 

 

 

Sull'incidente è poi intervenuto Sonny Richihci, presidente di Ihp, associazione a tutela del cavallo, definendo le carrozze «una forma di sfruttamento ormai inaccettabile nel 2021. Serve preoccuparsi della salute anche degli animali. Perché i cavalli non si imbizzarriscono, ma reagiscono a stimoli negativi o alla paura, reagendo nel modo per loro più naturale: la fuga». «Il servizio a trazione animale non solo rappresenta un grave sfruttamento dei cavalli ma può rappresentare un grave pericolo per l'incolumità delle persone», afferma in una nota Rinaldo Sidoli portavoce di Alleanza popolare ecologista (Ape). «È ora di abolire le carrozzelle, introducendo il divieto di circolazione dei veicoli a trazione animale sul territorio nazionale. È una tradizione obsoleta e pericolosa», il commento del presidente dell'Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), Massimo Comparotto.

 

Facebook Think Green Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it