Un'orca assassina la insegue, l'otaria si rifugia sulla barca

di Remo Sabatini - Momenti indimenticabili, quelli vissuti da un piccolo gruppo di turisti che, a bordo di una barchetta, facevano una gita nelle fresche acque della Groenlandia quando, improvvisamente, si sono trovati a bordo un passeggero in più. Nelle immagini, girate da Tom Hall e pubblicate da Netzfrauen, si vede un cucciolo di otaria che, sbucato dal nulla, si fa strada tra la poppa ed i motori della imbarcazione per salire, poi e di tutta fretta in barca, all’asciutto. Spaventato e per nulla intimorito dall’uomo, il cucciolo continua a tenere d’occhio quelle acque. Il pericolo dal quale era scampato, evidentemente era ancora vicino. Colti di sorpresa, i turisti, cominciamo a rendersi conto che fugge da qualcosa. E proprio in quel momento, quel qualcosa, si è materializza in un branco di orche. Emozione a mille per tutti. Anche per le orche che hanno continuato a nuotare sotto e intorno alla barca per diversi minuti, aspettando un passo falso dell’otaria e pronte a dividersi il nutriente, seppur magro, bottino. Dal canto suo. il cucciolo ha tentato, in un’occasione, di riprendere il mare, salvo poi tornare nuovamente a bordo terrorizzato. Alla fine, come dimostrano le immagini e la gioia dei fortunati turisti, l’otaria si è ributtata in acqua ed è riuscita finalmente, a mettersi in salvo. E allora, tutto è bene quel che finisce bene. All’otaria è andata di lusso. Ai turisti, di più. Non capita spesso di girare sequenze simili. Meno fortunate le orche che, per stavolta, sono rimaste a bocca asciutta.