Coronavirus, Kruger Park chiuso: leoni e iene invadono campo da golf e aree picnic

EMBED
Campi da golf, strade, aree picnic invasi nel Kruger Park da leoni, iene, elefanti e giraffe che sfruttano a loro vantaggi i divieti anti-coronavirus: gli animali sono da sempre i padroni di questa vasta zona nel nord est del Sud Africa che dal 1926 è parco nazionale aperto al pubblico. E' un territorio esteso quanto l'intera Toscana che accoglie da allora un numero contingentato di visitatori che possono scendere dalle auto solo nei sobri accampamenti. Lo scrupolo nel mantenere intatto l'ambiente è estremamente rigoroso, ma ora il parco è chiuso ed è presidiato solo dai ranger che non possono impedire inedite invasioni di campo. Tutto ciò che non è recintato è tornato ad uso degli animali, fra i quali i big five, compreso quindi il campo di golf a Skukuza, principale accampamento del Kruger, ma anche le strade e le aree per i picnic. 

 


 Fonte: Twitter/@SANParksKNP Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani