Meloni: "Draghi più chiusurista di Conte"

EMBED

"Ormai mi aspetto poco, francamente Draghi sul tema delle riaperture è stato deludente, la sua è stata una politica più 'chiusurista' di quella di Conte". Lo dice Giorgia Meloni, in una intervista all'AdnKronos, parlando delle decisioni attese lunedì, dopo la cabina di regia di Palazzo Chigi, chiamata a valutare l'allentamento eventuale delle misure restrittive anti-covid. "Conte - sottolinea la leader di Fdi - lo scorso anno dopo il lockdown, aveva riaperto tutte le attività senza coprifuoco, all'esterno e all'interno, il 18 di maggio, qui invece stiamo ancora parlando se tenere il coprifuoco alle 22 o alle 23, e siamo al 17 di maggio".  

"Io - aggiunge - penso che il coprifuoco sia una misura illegittima, che serva solo a educare i cittadini a un governo che dispone della tua libertà, penso che un governo di una nazione democratica non abbia tra le sue facoltà quella di decidere quando la gente esce di casa. La proposta di Fratelli d'Italia è la riapertura di tutte le attività con protocolli di comportamento dei quali il governo deve assumersi responsabilità: nessun coprifuoco, nessuna limitazione della libertà delle persone". 

"Noi abbiamo provato a portare questi temi in Parlamento, non c'è stata grandissima solidarietà, però ricordo che la nostra è una repubblica parlamentare, la repubblica parlamentare non si può difendere solo quando serve a fare gli inciuci, se in Parlamento, come dicono tutti, la stragrande maggioranza è favorevole ad abolire il coprifuoco, riaprire le attività e consentire le cerimonie, allora votino con Fratelli d'Italia". 

Ddl Zan, Elodie: «Grazie ai miei genitori che non mi hanno battezzata»