Itinerario fra trekking e relax: dall'altopiano dei Piani di Pezza al meraviglioso Lago di Sinizzo

Martedì 23 Luglio 2019 di Maria Serena Patriarca
I Piani di Pezza

Se il vostro concept di vacanza, anche in estate, è il motto “via dalla pazza folla”, allora una passeggiata sui Piani di Pezza, nel cuore dell’Abruzzo fra Rovere e Rocca di Mezzo, è ciò che fa per voi. Chilometri e chilometri di altopiano di origine glaciale e carsico-alluvionale dove in inverno le temperature scendono drasticamente sotto lo zero e si formano anche due metri di neve, ma che in estate, per il clima mite e la facilità di percorrenza dei sentieri adatti a tutti, si trasforma nel paradiso naturale per chi ama camminare nel silenzio a contatto con la natura.
 

 

Più che persone, infatti, nel vostro trekking attraverso il paesaggio dei Piani di Pezza, che ricorda le lande della Nuova Zelanda, incontrerete animali: cavalli, mucche, pecore, capre che, come ci spiega un allevatore del posto, vivono il fenomeno della transumanza. In inverno trascorrono il loro tempo nei pascoli intorno a Latina per via del clima troppo rigido sui Piani di Pezza e in estate –grazie ad appositi autotreni- vengono riportati al pascolo sull’Altopiano abruzzese, che fa parte del Parco Regionale appenninico Sirente Velino. E per chi ha voglia di spingersi oltre l’Altopiano, una folta vegetazione di boschi circonda i Piani di Pezza, sempre ad un'altitudine compresa fra i 1400 e i 1550 metri.

Se amate invece gli scenari naturali incontaminati ma volete fare anche un tuffo in libertà in una cornice da sogno, in circa tre quarti d’ora di tragitto in macchina potrete fare rotta sul territorio di San Demetrio ne’ Vestini, noto soprattutto per le suggestive Grotte di Sfiffe, dove il Lago di Sinizzo rappresenta in assoluto uno degli angoli naturali più belli d’Abruzzo. Acque di color verde smeraldo, il piccolo Lago (che fa parte della Valle dell’Aterno) è circondato da rive erbose, boschi e salici ed è una frasca alternativa al mare per chi ama rilassarsi, nuotare e prendere il sole. Il Lago di Sinizzo ha origine carsica ed è largo circa 120 metri, con una profondità massima di circa 10 metri: è alimentato da due sorgenti di acqua potabile ed offre anche la possibilità di pesca di trote, lucci, carpe e cavedani. Per ulteriori info sul territorio si può visitare il sito www.visitsandemetrio.it.

Ultimo aggiornamento: 12:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma