COVID

Bagno Vignoni, con Mauro Corona, Bevilacqua e Paola Perego, il borgo diventa la "casa dei libri"

Martedì 8 Settembre 2020 di Laura Larcan
Mauro Corona e Il Gladiatore, i libri e gli scrittori, l’incanto e la delizia, la musica e il cinema. Sono le tante anime di Bagno Vignoni, piccolissimo borgo toscano tra le colline morbide della Val d’Orcia. Qui è tutta una suggestione da colpo d’occhio e la sorpresa dei dettagli. La monumentale vasca termale incastonata nella piazza principale che deve il suo estro all’ingegneria dei romani (49 metri di lunghezza e 29 di larghezza), e gli scorci di vicoli e portoncini che sembrano appena immortalati in un quadro dei Macchiaioli.

Bagno Vignoni è una scoperta continua. Una storia millenaria legata alle sorgenti termali, impreziosita dai fasti rinascimentali (cui si deve l’aspetto attuale) e una fama rilanciata dai viaggiatori del Grand tour fino ai grandi romantici inglesi. Val sempre una tappa (non a caso è riconosciuto dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità), soprattutto in questo settembre estivo 2020 che cerca un rilancio turistico nella crisi del Covid. L’occasione è d’oro. Da mettere in agenda sabato 12 e domenica 13 settembre il ritorno de “I Colori del libro”, la famosa festa dei libri, degli scrittori, editori e dei lettori, una kermesse per appassionati e curiosi che riesce a far dialogare la tradizione di una mostra mercato di editori italiani indipendenti con un palinsesto di incontri, spettacoli dal vivo e iniziative speciali come le ormai note passeggiate letterarie guidate, con l’ambizione di orchestrare (con le dovute misure di sicurezza imposte dal Covid) una nuova esperienza di “cammino” tra natura, storia e letteratura.

 
 


Bagno Vignoni diventa cornice e musa ispiratrice di tutta l’organizzazione messa in campo con coraggio dal Comune di San Quirico d’Orcia con il coordinamento del portale toscanalibri.it. Gli ospiti che animeranno la due giorni di letture “a bordo piscina” sono tanti e celebri. Fa quasi effetto vedere insieme tante celebrità all’insegna della passione per i libri. Mauro Corona, Claudio Martelli, Paola Perego, Osvaldo Bevilacqua, Valentina Bisti, e Cristiano Godano voce, chitarra e anima dei Marlene Kuntz. Solo per citarne alcuni. La tradizione è la forza della manifestazione. E allora, ecco che nella pittoresca piazzetta del Moretto si può curiosare tra le decine di stand di editori arrivati da tutte le regioni d’Italia per sfoggiare la mostra mercato di libri usati, antichi e d’occasione. Tra angoletti, bistrot, enoteche, cortili di fiori (senza dimenticare la Librorcia, la deliziosa libreria-salotto dove l’arte si respira con l’aria), sfila il ciclo di appuntamenti, dalle ore 15 di sabato 12 settembre fino a sera per riprendere la domenica fino alle 20. Tu chiamala, se vuoi, maratona di emozioni.

Roma, il figlio di Paola Perego negativo al tampone: «Per noi sospiro di sollievo»

Mauro Corona lascia Cartabianca e rivela: «Sono dipendente dall'alcol, ho pensato spesso di impiccarmi»

Vediamo, nel dettaglio, il programma. Sabato 12 settembre. Prologo (ore 15) con Alessandro Bini e “I fracassati” (Polistampa), seguito alle 15.30 da Maria Rosaria Perilli che presenta “Le finestre di fronte” (Nardini Editore). Alle ore 16 c’è Francesca Petrucci con “Testacoda” (MDS Editore), terzo romanzo della serie di gialli dedicati a reati di zoomafia. E sempre alle ore 16 Michele Neri propone un reading su Gianni Rodari dedicato ai più piccoli. Alle 16.30 protagonista Paolo Ciampi con “Le bottiglie di Odoardo. Storie di viaggi, sogni, vini” (Betti Editrice), mentre alle 17 Francesco Ricci racconta “Storie di amicizia e scrittura” (primamedia editore). Alle 17.30 incontro con la blogger Daniela Collu a partite dal libro “Volevo solo camminare sul cammino di Santiago” (Vallardi), mentre alle ore 18 spazio al giornalista e radiocronista sportivo Riccardo Cucchi con “La partita del secolo. Storia, mito e protagonisti di Italia-Germania 4-3” (Piemme). Dopo di lui, alle ore 18.30, la giornalista del Tg1 e volto di Uno Mattina Valentina Bisti parla di “Tutti i colori dell’Italia che vale” (Rai Libri). Chiude gli incontri del sabato Cristiano Godano voce, chitarra e anima dei Marlene Kuntz, che alle ore 19 presenta il suo ultimo libro, “Nuotando nell’aria” (La nave di Teseo) e propone qualche pezzo del suo primo album da solista “Dal cuore al cielo”.

Domenica 13 settembre si riprende con “Creando il mare” di Giovanni Maria Gambini (Edizioni Effigi), libro che viene presentato alle ore 15. Segue alle 15.30 l’incontro con Annalisa Coppolaro che insieme a Paola Lambardi svela “Luoghi arcani. Piccolo tour del mistero tra Siena e provincia” (ARA Edizioni). Alle ore 16 Alessandro Agostinelli porta in scooter alla scoperta del genio con “Da Vinci su tre ruote” (Exorma Edizioni), mentre alle 16.30 si affronta il tema delicato del femminicidio con la giornalista Ilaria Bonuccelli, caposervizio Regione de Il Tirreno, a partire dal suo libro “Per ammazzarti meglio” (Il Pozzo di Micene). Alle ore 17 Sasha Naspini presenta “Nives” (E/O), fresco di stampa, seguito alle 17.30 da Paola Perego che nel libro “Dietro le quinte delle mie paure” (Piemme) si mette a nudo, raccontando come gli attacchi di panico le hanno cambiato la vita. Alle ore 18 il giornalista Osvaldo Bevilacqua guida un viaggio attraverso “L’Italia di mille paesi” (Rai Libri), mentre alle ore 18.30 Claudio Martelli e il giornalista de La Stampa Fabio Martini presentano rispettivamente “L’antipatico. Bettino Craxi e la grande coalizione” (La Nave di Teseo) e “Controvento. La vera storia di Bettino Craxi” (Rubbettino), un’occasione per parlare di attualità ripercorrendo la nostra storia più recente. In chiusura, alle 19.15 è previsto un incontro con lo scrittore Mauro Corona che, come nel suo stile, spazierà dalla letteratura alla politica, dalla salvaguardia ambientale all’arte.

Cristiano Godano dei Marlene Kuntz: «Ora metto in musica il "coraggio della paura"»

Non finisce qui. Sempre domenica mattina, 13 settembre, scarpe comode, acqua e macchina fotografica, parte, alle ore 9.30, la Passeggiata fotografica di sei chilometri per due ore circa (per tutti) alla scoperta delle acque di Bagno Vignoni. Guide d’eccezione, i fotografi Fabio Muzzi e Massimo Sestini. Ad animare il percorso la guida ambientale Valentina Pierguidi (dalle ore 9,30 alle 12, partecipazione gratuita su prenotazione allo 0577391787/ redazione@toscanalibri.it). L'itinerario inizia dal Parco dei Mulini con le vasche e le cisterne un tempo utilizzate per la raccolta dell’acqua proveniente dalla vasca termale del paese. Dalla sommità della collina si raggiungerà il fiume Orcia attraverso il Ponte Peruzzi, per poi tornare dove l’acqua termale inizia la sua discesa verso il fondovalle alimentando gli antichi mulini. Una volta superate le cave dismesse di travertino il sentiero sale leggermente per inoltrarsi nella vegetazione. Torna ad aprirsi in prossimità di Bagno Vignoni con il suo “cuore d’acqua”, piazza delle Sorgenti. 

D’altronde Bagno Vignoni e la Val D’Orcia sono terra della fotografia. Mete predilette dai maestri dell’obiettivo con i loro scenari particolari. La chiesina della Vitaleta, solitaria e magica a puntellare la cima del colle, il girotondo dei Cipressini e i viali di Cipressi, i casali che sembrano galleggiare sulle ondulate colline, le stesse che hanno stregato il regista Ridley Scott che qui via ha girato scene memorabili del suo “Gladiatore” con Russell Crowe.
Ultimo aggiornamento: 18:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA